Repubblica Ceca

Eremo, vetro e formazioni rocciose: tre motivi di interesse nei dintorni di Ceska Lipa

La Repubblica Ceca non smette mai di sorprendermi: io che pensavo di avere visto più o meno tutto nella Boemia occidentale sono recentemente venuto a conoscenza dell’esistenza del castello sulla roccia ed eremo (Skalni hrad a poustevna) di Šloup v Cěchach, un luogo tanto unico quanto curioso che forma insiema alla roccia basaltica (Panska Skala) di Kamenicky Šenov e alla città del vetro di Novy Bor un interessante itinerario per una gita fuori porta di un giorno a soli 100 km da Praga.

Ognuno dei tre luoghi sopraccitati – presentati brevemente qui sotto – è unico nel suo genere in Repubblica Ceca, ecco perchè questo itinerario è di grande interesse sia naturalistico che storico-culturale:

Šloup v Cěchach: il castello e l’eremo sono situati sulla cima di una roccia arenaria a 30 metri di altezza – da cui si domina tutta la campagna circostante e si scorgono le colline boscose dei monti Lusaziani (Lužicke Hory) – che si pensa sia stata abitata sin dal medioevo ed usata come roccaforte difensiva nei periodi di guerra. Il suo aspetto attuale risale all’inizio del XVII secolo, quando il proprietario dell’epoca, il conte Hroznata decise di utilizzarla come luogo di pellegrinaggio gestito da eremiti e per questa ragione vi fece costruire una chiesa e preparare le stazioni della croce. Ulteriori informazioni su orari di apertura e costi di ingresso qui

Museo del vetro: insieme a Jablonec, Nižbor, Karlovy Vary e Světla nad Sazavou Novy Bor è una delle cinque città specializzate nella lavorazione cristallo di Boemia, a cui sono addirittura dedicati due musei, il Glass Museum e il Novotny Glass Museum. Io ho visitato quest’ultimo perchè è situato in un edificio che comprende anche il ristorante Hut’ e l’omonimo atelier di fabbricazione, per cui è possibile osservare dal vivo i vetrai (maestro ed assistente lavorano infatti in coppia) mentre si indaffarano attorno a quattro fornaci incandescenti eseguendo con precisione e maestria i gesti insiti alla loro arte

Roccia basaltica di Kamenicky Šenov: quella che è la formazione rocciosa maggiormente visitata in Boemia è emersa circa 30 milioni di anni durante un’eruzione vulcanica. La lava, rafreddandosi, ha creato colonne quasi verticali che raggiungono un’altezza di 20 metri ed un diametro di 20-25 cm, dandole la forma di un organo (lo strumento musicale). Quello che è adesso il laghetto sul fianco della roccia era originariamente una cava.

Il modo più facile di effettuare questa escursione è ovviamente con mezzo proprio, ma qualora non si disponesse di auto, conviene raggiungere Novy Bor con un autobus interurbano da Praga (partono dalla stazione della metro di Holešovice, il biglietto può essere acquistato online qui oppure direttamente dal conducente qualora ci fossero sedili disponibili, il tragitto dura circa 1h45 min) e poi spostarsi da Novy Bor verso Kamenicky Šenov (6 km) o Šloup v Čechach (5 km) con gli autobus locali. In questo caso effettuare in una giornata l’itinerario da me consigliato potrebbe rivelarsi difficile, per cui sarebbe meglio effettuare un pernottamento in loco.

Leave a Comment