Cina

Pechino fai da te: consigli di viaggio

PECHINO: Consigli di viaggio
Visto turisticoA meno di beneficiare del regime VISA-FREE per 24, 72 o 144 ore, il visto turistico per i cittadini italiani è necessario: ulteriori informazioni qui. In aereo si riceve una cedola cartacea da riempire con i propri dati (nome e cognome, numero di passaporto, numero di volo, indirizzo dell'hotel) e da rimettere alle autorità doganali al momento dell'arrivo. ATTENZIONE: la cedola consta di due parti, una per l'ingresso nel paese e l'altra per l'uscita. È necessario conservare con cura quest'ultima perchè deve essere restituita alle autorità doganali prima della partenza
Periodo in cui visitarePrimavera ed estate, che corrispondono però all'alta stagione turistica (1 aprile-31 ottobre), con maggior afflusso di turismo domestico e aumento generalizzato dei prezzi. In inverno fa di solito freddo ed il problema dell'inquinamento atmosferico è maggiormente presente
Valuta Renminbi cinese, comunemente chiamato Yuan (CNY). 1 EUR ≅ 7,5 CNY. Per tassi di cambio attuali, clicca qui
Uffici di cambioPur avendo girato Pechino in lungo ed in largo, non ho visto nessun ufficio di cambio per strada. Bisogna quindi cambiare in banca oppure all'interno di hotel 4 o 5 stelle in cui è frequente trovare distributori cambiavaluta automatici
TelefoniaIn Cina le schede di alcuni operatori telefonici stranieri non funzionano, quindi bisogna spesso acquistare una SIM locale. Whatsapp, Facebook, Twitter, Youtube e tutti i servizi Google sono bloccati, a meno che non si disponga di una connessione VPN. Per palliare all'assenza dei siti sopraccitati, ho scaricato e fatto scaricare ai miei cari WeChat, l'applicazione di comunicazione piu diffusa in Cina
LinguaCinese. Inglese scarsamente diffuso anche in ambito turistico: per la prima volta nei miei viaggi ho avuto problemi di comunicazione, che fosse nel mio hotel (un tre stelle nei pressi di piazza Tienanmen), in strada per chiedere informazioni o nelle tavole calde/fast-food per ordinare. Se non si parla cinese, occorre farsi capire a gesti oppure acquistare un dizionario tascabile in cui indicare la versione cinese delle parole di cui si ha bisogno. La segnaletica in inglese è invece onnipresente e ben curata
Aeroporti principaliL'aeroporto di Beijing-Capital è al momento il principale scalo della città ed è situato a 32 km a nord-est dal centro. Entro la fine del 2019 dovrebbe essere operativo il nuovo aeroporto di Beijing-Daxing, più grande del suo predecessore, a circa 45 km a sud della capitale
Ci sono voli diretti per Beijing-Capital da Roma-Fiumicino. È inoltre possibile volare dall'Italia alla capitale cinese facendo scalo a Helsinki (Finnair), Francoforte (Lufthansa), Zurigo (SwissAir), Vienna (Austrian), Mosca Sheremetyevo (Aeroflot), Istanbul (Turkish Airlines), Parigi (Air France) etc...Alcuni di questi voli sono operati da compagnie cinesi quali Air China, China Southern, Hainan o Xiamen
Per il volo di ritorno da Beijing-Capital, suggerisco di arrivare all'aeroporto almeno due ore e mezza prima della partenza: non solo per le dimensioni dello scalo ma anche per i numerosi controlli a cui si è sottoposti
Procedura doganale all'arrivoSe si è in possesso di un visto turistico, bisogna innazitutto rilasciare le proprie impronte digitali in appositi dispositivi di rilevazione ubicati lungo il corridorio che porta al controllo doganale: occorre dapprima inserire il passaporto sul lettore e poi seguire le istruzioni vocali in italiano. Il dispositivo rilascia una ricevuta di corretta acquisizione con su scritto OK da rimettere alle autorità doganali insieme al passaporto e alla cedola di arrivo. Non è ancora finita qui: uno scan facciale ed un timbro di ingresso sul passaporto sanciscono ufficialemente l'ingresso in Cina
Come spostarsi da Beijing Capital al centro di PechinoDal terminal 3 - quello dove arrivano i voli dall'Europa - bisogna prendere il treno che circola all'interno del terminal e che conduce nell'area arrivi. Da qui è necessario poi dirigersi verso la stazione dell'Airport Express, il treno che collega i terminal 2 e 3 dell'aeroporto con le stazioni della metropolitana di Sanyuanqiao (linea 10) e di Dongzhimen (linea 2). Il costo del biglietto, da aquistare in contanti allo sportello, è di ¥ 25 ≅ € 3,3. Il tragitto dura 25 minuti circa
Un taxi dall'aeroporto al centro (zona Tiananmen) costa sui ¥ 100/120 ≅ € 13-16
Come spostarsi a PechinoIl modo più efficiente ed economico per spostarsi in città è la metropolitana: ulteriori informazioni qui
I taxi di Pechino sono affidabili, efficienti ed economici. Quelli ufficiali sono facilmente riconoscibili perchè la maggior parte delle vetture sono delle Hyunday Elantra ed hanno una livrea per metà gialla e per metà bianca, marrone, verde o blu . È possibile fermare i taxi per strada anche se può capitare che non si fermino per tre ragioni: sono già occupati, la zona in cui ci si trova non può essere utilizzata per far salire clienti oppure vi è uno stand per i clienti in attesa a prossimità. I taxi sono dotati di tassametro e addebitano ¥ 13 ≅ € 1,7 al momento di salire ed in seguito ¥ 2,3/km ≅ € 0,3/km durante il giorno. Addebiti extra da tenere in conto per corse durante le ore di punta oppure di notte (dalle ore 23 alle 5 del mattina). Un'alternativa ai taxi per i tragitti più corti sono i tuk-tuk, la versione locale dell'Ape molto diffusa in prossimità delle principali attrazioni turistiche: in questo caso il prezzo è da concordare prima di salire
Le strade di Pechino dispongono di una corsia riservata alle biciclette e alle vetture elettriche, quindi è possibile spostarsi su due ruote in tutta sicurezza. Esistono applicazioni di bike-sharing oppure negozi in cui si possono prendere in affitto per la giornata
Le strade di Pechino dispongono di una corsia riservata alle biciclette e alle vetture elettriche, quindi è possibile spostarsi su due ruote in tutta sicurezza. Esistono applicazioni di bike-sharing oppure negozi in cui si possono prendere in affitto per la giornata
Chi si sposta a piedi deve sempre servirsi delle striscie pedonali o dei sottopassaggi per attraversare le principali arterie
Dove alloggiare a PechinoSuggerisco il distretto di Dongcheng, da cui si possono raggiungere a piedi alcuni dei principali luoghi di interesse nel centro di Pechino quali piazza Tienanmen, la Città Proibita e Wangfujing, dove si trova il famoso quartiere dello street-food. I quartieri più decentrati sono invece da evitare in quanto si perderebbe troppo tempo nei trasporti
Itinerari giornalieri a PechinoConsigli su come organizzare il proprio soggiorno a Pechino qui.
Escursioni da PechinoMuraglia cinese: le sezioni più vicine a Pechino sono quelle di Badaling, Mutianyu e Simatai, rispettivamente a 70, 70 e 120 km dalla capitale. Ulteriori informazioni qui
Tianjin: facilmente raggiungibile in treno dalla stazione di Beijing Nan/South
Dove mangiare e prezziI cinesi adorano street e fast food (trippa, zuppe con noodles, vari tipi di spiedini etc..) e mangiano in qualsiasi momento della giornata. Ecco alcuni dei prezzi che ho pagato per questa tipo di ristorazione:
- Zuppa con carne di pollo o vitello e noodles: ¥ 25 ≅ € 3,3
- Carne in salsa con riso: ¥ 35/40 ≅ € 4,6/5,2
- Spiedino di carne: ¥ 10/15 ≅ € 1,3/1,7
- Spiedino di frutta ricoperta di zucchero caramellizzato: ¥ 10 ≅ € 1,3
- Spiedino di polipo o seppia: ¥ 20 ≅ € 2,6
Sicurezza
Pechino è una città sicurissima: ci sono pattuglie della polizia ad ogni angolo di strada e controlli di sicurezza all'ingresso dei maggiori luoghi di ritrovo (metropolitana, stazioni ferroviarie e attrazioni turistiche). Il passaporto è richiesto per l'acquisto di biglietti del treno e delle principali attrazioni turistiche. Se in alcuni paesi come Cuba o quelli dell'Africa Settentrionale mi sono sempre sentito sotto l'occhio vigile degli acchiappaturisti, a Pechino, per la prima volta mi è accaduto il contrario: la sensazione di essere completamente ignorato dagli abitanti locali

Leave a Comment