Sri Lanka

Consigli su come organizzare un itinerario di 10 giorni in Sri Lanka

Ecco alcune riflessioni che ti aiuteranno a pianificare l'itinerario su un'isola che sembra molto più piccola di quello che effettivamente è:
La strategia della partenza senza un itinerario predeterminato è più facile da attuare nei periodi di bassa (maggio-agosto) e media stagione (aprile, settembre, ottobre, novembre) quando ci sono meno turisti sull’isola
Se non hai una ragione specifica per visitare Colombo - che a mio avviso non presenta nessuna attrattiva di rilievo - puoi utilizzare Negombo come luogo di pernottamento per la prima e l’ultima notte grazie alla sua vicinanza con l’aeroporto (una mezz’oretta di taxi vs. circa un'ora e mezzo) evitando così lo smog ed il traffico caotico della capitale
Qualunque sia il mezzo di trasporto prescelto, perderai due giornate in transfer: una per raggiungere la destinazione più lontana ed una per riavvicinarti all'aeroporto
I tempi di percorrenza reali sono più lunghi rispetto a quelli suggeriti da Google Maps
Nonostante lo Sri Lanka disponga di un’estesa rete ferroviaria e di collegamenti autobus regolari e capillari, la miglior soluzione per spostarsi all’interno del paese resta il noleggio auto con autista, che potrai organizzare prima della partenza tramite raccomandazione, oppure all’arrivo nel paese tramite l’hotel in cui soggiorni o agenzie turistiche locali
Il centro dell’isola (asse Sigiriya-Kandy-Ella) è la regione più ricca di luoghi di interesse sia naturalistici (elefanti, foreste, montagne, giardini botanici, piantagioni di tè) che storico-culturali (triangolo culturale che include Sigiriya, Polonnaruwa, Kandy, grotte di Dambulla e Anuradhapura)
Le spiagge più belle del paese si trovano sulla costa meridionale (Weligama, Hiriketiya e Tangalla) e su quella orientale (Arugam Bay, Nilaveli, Uppuveli)
Partendo dal presupposto che, grazie alla sua posizione centrale, la regione del tè (Nuwara Eliya e/o Ella) è spesso la prima sosta nella maggior parte degli itinerari, potrai in seguito scegliere a seconda della durata del tuo soggiorno e dei tuoi interessi tra i seguenti circuiti:
CULTURALE: simile al nostro, incentrato sul triangolo culturale in cui abbiamo tralasciato la sola Anuradhapura per concederci un po’ di riposo in riva all’Oceano Indiano,
MARITTIMO: dalla regione del tè fai rotta su Arugam Bay, visita un parco sulla costa sud-orientale (Kumana o Yala) e attraversa tutto il sud (forte di Galle, spiagge) per poi risalire la costa verso Colombo
FUORI DAI SENTIERI BATTUTI: dirigiti verso il nord (Jaffna), la regione a maggioranza tamil, in cui infrastrutture e turismo sono meno sviluppati rispetto al resto del paese

Leave a Comment