Sri Lanka

Cosa vedere nel triangolo culturale, il paradiso archeologico dello Sri Lanka

Con i suoi 5 siti Unesco, il triangolo culturale dello Sri Lanka forma una delle più belle collezioni di arte ed architettura buddista di tutta l’Asia in cui è possibile ammirare monumentali stupa (monumento religioso a forma di campana la cui funzione è di conservare reliquie), rovine di palazzi che un tempo furono opulenti dimore, maestose sculture scolpite sulla roccia ed affreschi ben conservati. Oltre ad una dimensione culturale dal valore incalcolabile, il triangolo d’oro presenta inoltre una suggestiva cornice paesaggistica poichè le antiche città sono circondate da montagne e fitte foreste.

Quattro (Sigiriya, Polonnaruwa, Dambulla e Kandy) dei cinque siti Unesco sono descritti qui sotto mentre ho tralasciato Anuradhapura perchè non ho avuto il tempo di farla entrare nell’itinerario. Polonnaruwa e Anuradhapura sono i siti che si assomigliano di più e i pareri se valga la pena includerli entrambi sull’itinerario o su quale sia il più bello tra i due sono discordanti: noi abbiamo visitato il primo su consiglio del nostro autista.

SIGIRIYA
La traduzione del nome, che significa letteralmente «roccia del leone», da già un'idea degli elementi principali di questo magnifico sito: una rocca alta 370 metri che si erge come un monolite alieno sulla pianura circostante su cui fu costruito un inespugnabile palazzo reale intorno al 480 d.C. Ad esso si accede tramite la Porta dei Leoni, ossia due enormi zampe di leone scavate nella roccia che costituiscono il punto di partenza di una ripida scalinata che conduce in cima alla rocca. A metà del percorso si trovano affreschi ben conservati (e che è vietato fotografare) raffiguranti ragazze a seno nudo ed il Mirror Wall, un muro rivestito da uno smalto liscio in cui gli antichi visitatori del palazzo erano soliti annotare le loro impressioni sugli affreschi. Del palazzo restano oggi sono delle rovine, ma vale comunque la pena fare lo sforzo di salire sino in cima per ammirare le magnifiche viste panoramiche a 360 gradi sulle fitte foreste circostanti e sui magnifici giardini acquatici che si trovano all'ingresso del sito
INFORMAZIONI UTILI
Il biglietto di ingresso (sito + museo archeologico) costa USD 30 pagabili anche in valuta locale
Per salire sulla rocca ci vogliono circa due ore, quindi munisciti di acqua, cappello e crema solare perchè a queste latitudini il sole picchia forte
Non trattandosi di un sito religioso non c'è bisogno del sarong e potrai quindi indossare pantaloni corti ed avere le spalle scoperte
In estate fai attenzione alle vespe che sono solite nidificare sulle pareti rocciose del sito
All'interno del parcheggio ci sono venditori di succhi di frutta e snack

  • La rocca di Sigiriya vista dai giardini acquatici

POLONNARUWA
Capitale del regno cingalese dal XI al XIII secolo, Polonnaruwa fu in seguito abbandonata ed inghiottita dalla jungla per 700 anni. Riportata alla luce grazie al lavoro degli archeologi, la città antica racchiude numerose rovine di edifici, templi e statue all’interno di un’ampia e ben curata area verde. Gli elementi di maggior rilievo sono:
Il Palazzo del Re: si ritiene che la struttura originaria si sviluppasse su sette piani ed includesse 50 stanze, ma di essa restano però solo alcune mura
Il Quadrilatero: rialzata rispetto alla strada principale e cinta da mura, questa area racchiude la più alta concentrazione di monumenti di tutto il sito. Tra questi spicca il Vatadage, una struttura circolare al cui centro si trova una stupa circondata da quattro statue di Buddha
Il Gal Vihara: blocco monolitico di granito in cui sono state intagliate quattro statue di Buddha – di cui una alta 7 metri ed una in posizione sdraiata lunga 14 metri – considerate il più bell’esempio di scultura antica cingalese
La Rankot Vehera, la stupa più grande di Polonnaruwa con i suoi 54 metri di altezza
La Kiri Vehera, la stupa non restaurata meglio conservata di tutto il sito, che ha mantenuto il suo color bianco originale, come indica il suo nome che significa appunto bianca come il latte
Il tempio di Lankatilaka: di cui restano solo le mura esterne (alte 17 metri) e al cui interno si trova una statua di Buddha senza testa
INFORMAZIONI UTILI
Il biglietto di ingresso (sito + museo archeologico) costa USD 25 pagabili anche in valuta locale
Il miglior modo di esplorare il sito è in bicicletta (che potrai affittare nei pressi dell’ingresso al modico prezzo di LKR 315 = EUR 1,5 per la giornata come abbiamo fatto noi) ma si può anche girarlo in auto con il proprio autista, in tuk-tuk oppure a piedi. Lungo il percorso ci sono venditori di succhi di frutta, bibite e snack
È possibile visitare il sito in mezza giornata ma se vuoi esplorarlo nei minimi dettagli trascorrici una giornata
È obbligatorio togliersi le scarpe ogniqualvolta si entra nelle rovine
È proibito fotografarsi con le statue di Buddha o dare loro le spalle

  • Il mezzo migliore per visitare Polonnaruwa è la bicicletta

DAMBULLA
Tempio risalente al I secolo a.C costituito da cinque grotte santuario contigue - scavate nella roccia e ricoperte di pitture murali a carattere religioso - che custodiscono 150 statue raffiguranti il Buddha in varie posizioni. Il tempio si trova in collina e nei giorni di bel tempo è possibile scorgere Sigiriya che dista solo 20 km.
INFORMAZIONI UTILI
Il biglietto di ingresso costa USD 10 pagabili anche in valuta locale
È obbligatorio togliersi le scarpe prima di accedere al tempio
Guide locali ti offriranno di accompagnarti nella visita delle grotte a circa LKR 1500 = EUR 7,5 per gruppo di 2

  • Scorcio del tempio di Dambulla

KANDY
Ultima capitale del regno cingalese prima di cadere nelle mani degli inglesi nel 1815, questa cittadina dallo charme coloniale sviluppatasi sulle sponde dell’omonimo lago artificiale è adesso l’indiscusso centro culturale dell’isola. Oltre al giardino botanico di Peredenya, il luogo di maggior interesse è il Tempio del Sacro Dente di Buddha che custodisce appunto la reliquia di un dente del Buddha, che la leggenda vuole sia arrivato a Kandy dall’India nascosto nella capelli della principessa Hemamali. Il tempio si trova all’interno del Palazzo Reale che comprende inoltre:
Il museo Sri Dalada, che si estende su due piani e racchiude i preziosi regali donati al Tempio da leader politici e buddisti di tutto il mondo
La Raja Tusker Hall che contiene i resti imbalsamati di Raja, uno degli elefanti più famosi di tutta l’Asia per i suoi cinquanti anni di servizio all’Esala Perehera, una sfarzosa processione religiosa in onore della reliquia del dente di Buddha che si tiene ogni anno a Kandy tra fine luglio ed inizio agosto
INFORMAZIONI UTILI
Il biglietto di ingresso costa LKR 1500
È obbligatorio togliersi le scarpe prima di accedere al tempio e coprirsi gambe e spalle con un sarong
È proibito scattare foto in alcune aree del tempio e del palazzo reale

Leave a Comment