Kirghizistan

Kirghizistan fai da te: consigli di viaggio

KIRGHIZISTAN - Consigli di viaggio
Perchè visitare il KirghizistanDestinazione fuori dai sentieri turistici più battuti che combina una natura mozzafiato con antichi siti storici e tuttora conserva le proprie tradizioni nomadi ancestrali. I principali tipi di turismo praticati sono legati alla natura: escursionismo, trekking, alpinismo, sport invernali, ciclo e mototurismo, turismo equestre, rafting, turismo balneare lacustre
Principali siti storiciBishkek, la capitale e città più popolosa del paese,
Torre di Burana, vestigia dell'antica città di Balasagun,
Osh, una delle città più antiche dell'Asia centrale, sede della montagna di Sulayman, luogo sacro per i musulmani ed unico sito UNESCO interamente situato in Kirghizistan,
Tash Rabat, caravanserraglio molto ben preservato risalente al XV secolo,
Uzgen, nota per i suoi tre mausolei, uno dei migliori esempi di architettura medievale ancora esistenti,
Petroglifici nei pressi di Cholpon-Ata
Maggiori attrazioni naturaliMontagne : circa il 94% del paese si trova sopra i 1000 metri e ci sono addirittura tre picchi da oltre 7000 metri (Pobedy, Lenin, Khan Tengry),
Lago Issyk Kol, il secondo lago alpino più esteso al mondo dopo il Titicaca,
Lago Son-Kol, situato ad un'altitudine di circa 3000 metri,
Canyon come Jeti-Oguz e Shazka, valli, gole, praterie, laghi alpini
Visto turisticoPer i cittadini italiani non è richiesto per soggiorni sino a 60 giorni. Il passaporto deve avere una validità residua di almeno tre mesi
ValutaSom kirghiso (KGS). Per tassi di cambio attuali, clicca qui
Uffici di cambio e bancomatPresenti solo nelle maggiori città. Ad eccezione dei ristoranti più grandi e degli hotel, i pagamenti si fanno in contanti
LinguaKirghiso e russo, entrambe riconosciute come lingue ufficiali. Il russo viene utilizzato come lingua di comunicazione mentre l'inglese è scarsamente diffusoQualora non si conoscesse il russo, si potrebbero incontrare delle difficoltà di comunicazione, soprattutto nelle campagne e nelle zone più remote
Periodo di visitaL'alta stagione turistica va da aprile ad ottobre quando le temperature sono più alte e la neve è ai livelli più bassi. I mesi invernali, da dicembre a marzo, sono invece ideali per la pratica degli sport invernali
Alcune destinazioni situate in zone montagnose come ad esempio il lago Son-Kol e il confine di Karkara sono accessibili solo nei mesi più caldi perchè bloccate dalla neve nel resto dell'anno
AeroportoManas International Airport (FRU), situato a circa 25 km dal centro di Bishkek. Le principali destinazioni sono: Istanbul (Turkish airlines e Pegasus), Dubai (FlyDubai), Moscow (Aeroflot) e le città più importanti dei paesi limitrofi (Uzbekistan, Tajikistan, Kazakhstan)
Come spostarsi a Bishkek I principali luoghi di interesse di Bishkek, situati tra Frunze Street e Chuy Avenue, possono essere facilmente esplorati a piedi. Una corsa con il taxi per il centro di Bishkek costa sui 70-100 som. Attenzioni ai taxi non ufficiali, che potrebbero cercare di approfittarsi dei turisti. Contratta il prezzo prima di salire
Come in tutti gli altri paesi dell'ex URSS, il servizio privato di taxi collettivo (marshrutka) è molto diffuso. Tuttavia, non è affatto facile per un turista non russofono capire quale marshrutka prendere. La corsa costa 10 som da pagare al momento dell'ingressoCi sono due tipi di autobus, filobus e diesel. Si entra da dietro e si paga la corsa (8 som) al conducente al momento di uscire
Come spostarsi all'interno del KirghizistanTenendo presente le distanze all'interno del paese, è consigliabile spostarsi in auto. Il noleggio è possibile con o senza conducente. Per varie ragioni e nonostante abbia guidato ovunque sia stato, stavolta consiglio di noleggiare con conducente, condizione indispendabile se intendi fare dell'off road o recarti in alta montagna. Il conducente, oltre ad una perfetta conoscenza del territorio e dei rischi ad esso legati, fornirà informazioni, curiosità ed assistenza meccanica qualora ve ne fosse bisogno
Marshrutka: efficienti e regolari ma lenti, poichè partono solo quando hanno raggiunto un determinato numero di viaggiatori
Aereo: collegamenti esistenti solo tra Bishkek e la seconda città del paese, Osh
Treno: servizio limitato ma ci sono alcune tratte internazionali
Infrastrutture stradali La qualità del manto stradale delle strade principali mi ha sopreso in positivo, almeno nei tratti da me percorsi (Bishek e intorno al lago Yssik Kol) che comprendono strade a scorrimento veloci paragonabili alle nostre superstradeSoprattutto nelle strade di campagna sono numerose le pattuglie della polizia munite di radar mobili e pronte a multare gli automobilisti che non rispettano il limite di velocità
La condizione del manto stradale tende a deteriorarsi nelle strade di campagna o secondarie, alcune delle quali sterrate, oppure nella periferia delle principali città. L'off-road è inevitabile per il raggiungimento delle zone montagnose più remote

Lungo le strade principali si incontrano numerose stazioni di rifornimento complete di tavola calda
Dove alloggiare
Le condizioni di alloggio variano notevolmente tra Bishkek e il resto del paese. Nella capitale ci sono hotel con servizi e prezzi di tipo occidentale mentre al di fuori le opzioni sono minori, più rustiche (i servizi igienici sono spesso in comune ad esempio) ed economiche
In campagna si alloggia di solito dagli abitanti del posto oppure in piccole strutture a conduzione familiare. Nelle zone più remote, è molto comune dormire in yurta , l'abitazione mobile usata dai popoli nomadi
ReligioneCirca l'80% della popolazione è di fede musulmana, il 15% russo-ortodossa e il restante 5% è seguace di altre religioni. Nella vita di tutti i giorni l'appartenenza etnica ha sempre avuto un'importanza maggiore rispetto alla religione
Negli ultimi anni l'importanza della religione musulmana è cresciuta notevolmente sia nella sfera pubblica che politica. Ogni villaggio ha la propria moschea, di solito di costruzione recente.
Sicurezza
Il Kirghizistan è un paese sicuro ma si potrebbero tuttavia avvertire tensioni a carattere etnico nelle zone di confine con l'Uzbekistan o il Tajikistan

 

 

Leave a Comment