Russia

Il Cremlino, la misteriosa fortezza che custodisce tesori dal valore incalcolabile

Attuale residenza del presidente russo, il Cremlino è da sempre sinonimo del potere statale, ma la sua importanza non si limita alla sola sfera politica. Questa vera e propria città dentro la città – circondata da un’imponente cinta muraria e delimitata da 20 torri – ha infatti un inestimabile valore culturale poichè racchiude capolavori dell’architettura sacra e civile come:

  • La Cattedrale della Dormizione: duomo principale dello stato russo e necropoli dei patriarchi di Mosca
  • La Cattedrale dell’Annunciazione: chiesa privata dei grandi principi e degli zar di Russia
  • la Cattedrale dell’Arcangelo Michele: necropoli dei principi di Mosca e dei primi zar di Russia
  • Il  complesso costituito dal Palazzo del Patriarca – al cui interno è allestita un’interessante mostra di mobili, oggetti e costumi risalenti al XVII secolo – e dalla chiesa della sinassi dei dodici Apostoli 
  • Il Campanile di Ivan il Grande: la torre più alta (81 metri) del Cremlino
  • Lo Zar-Puška: il gigantesco cannone dello zar (38 tonnellate di peso e 5 metri di lunghezza), ritenuto l’arma da fuoco più grande mai realizzata
  • La Campana dello Zar: la più grande campana al mondo (216 tonnellate di peso e 6 metri di altezza), che però non ha mai suonato
  • Il Palazzo dell’Armeria: uno dei musei più importanti di Mosca, in cui sono esposti rari gioielli, carrozze reali, armi storiche ed esclusive creazioni artigianali in oro risalenti ad un periodo compreso tra il XIII e il XIX secolo
  • All'interno del Cremlino

Non mi metto a descrivere in dettaglio ciò che si può vedere all’interno dei luoghi sopraccitati perchè altrimenti ci vorrebbe un articolo a testa per via dell’incalcolabile numero di tesori artistici (iconostasi, tombe, affreschi, santuari, oggettistica religiosa etc…) che vi sono custoditi.

Tieni comunque presente che all’interno delle cattedrali e del Palazzo del Patriarca sono disponibili opuscoli informativi gratuiti in lingua italiana che ti spiegheranno con minuzia origini e caratteristiche di ognuno di questi edifici. Per il Palazzo dell’Armeria non ci sono invece brochure ma si può usufruire di un’audioguida in italiano dietro il pagamento di un supplemento. Caratteristica comune a tutti questi luoghi è il divieto di scattare foto al loro interno.

Il Cremlino si trova appena dietro la Piazza Rossa e può essere raggiunto a piedi dalle fermate della metropolitana di Okhotny Ryad, Biblioteka Imeni Lenina e Teatralnaya. È aperto tutti i giorni ad eccezione del giovedì dalle 10 alle 17. Il biglietto di ingresso si compra presso la biglietteria dei giardini di Alessandro: io l’ho fatto il giorno stesso in tarda mattinata e non ho praticamente trovato nessuna coda, ma dopo la visita sono ripassato e se ne era già formata una.

Attenzione, ci sono due tipi di biglietti:

  • Uno per l’ingresso nelle cattedrali al costo di RUB 500. Conservalo perchè ti sarà richiesto all’ingresso di ognuna di esse.
  • Uno per l’ingresso nel Palazzo dell’Armeria al costo di RUB 700. L’armeria può essere visitata solo ad orari ben specifici, affissi in uno schermo all’interno della biglietteria. All’interno del palazzo si trova anche il Fondo dei Diamanti, una collezione unica di gemme e gioielli, per cui bisogna però comprare un ulteriore biglietto.

Il Cremlino è veramente imperdibile e per vederlo come si deve ci vuole almeno una mezza giornata.

Leave a Comment

Comments (1)