Kazakistan

Le due escursioni da non perdere nelle vicinanze di Almaty: incisioni rupestri di Tamgaly e canyon di Charyn

Se trascorri più di un giorno ad Almaty, non esitare a partire alla scoperta del sud del Kazakistan, la regione più bella del paese grazie alla sua varietà paesaggistica. Tra le località più suggestive a distanze relativamente brevi da Almaty (considerando le dimensioni del paese…), ci sono il sito archeologico di Tamgaly, patrimonio dell’Unesco e il canyon di Charyn, considerato il fratello minore del Grand Canyon americano.

Nei tre giorni trascorsi nell’ex capitale del Kazakistan ho avuto il tempo di visitarli entrambi con escursioni giornaliere in auto, il modo più comodo e veloce per raggiungerli. Poichè sia Tamgaly che Charyn si trovano in zone piuttosto remote, sconsiglio l’utilizzo di mezzi pubblici o  minibus privati (marshutka) per arrivarci a meno di non avere tanto tempo a disposizione o di voler viaggiare nel modo più economico possibile. Ecco una lista di informazioni utili su queste località:

TAMGALY (nord-ovest di Almaty)
Sito noto per le sue 5000 incisioni rupestri (petroglifi) - raffiguranti principalmente scene di caccia, figure zoomorfe e simboli religiosi - che forniscono un'importante testimonianza della vita e delle credenze dei popoli pastorali delle steppe dell'Asia centrale sin dall'età del Bronzo. Appartenente al patrimonio Unesco dal 2004, Tamgaly si estende su un'area molto vasta, ma la concentrazione principale di petroglifi si trova nel canyon centrale, suddiviso in sei posti di osservazione indicati da un percorso segnalato da pietre bianche, ognuno dei quali presenta placche esplicative in russo ed inglese. I petroglifi sono facilmente visibili poichè si stagliano sullo sfondo nero lucente delle pareti rocciose in cui sono stati incisi. Il complesso include inoltre tumuli funerari risalenti a differenti periodi storici.
Distanza da Almaty160 km, circa tre ore di macchina per raggiungerlo
Durata della visitaAlmeno due ore
Informazioni utiliIl sito si trova in aperta steppa, non ci sono punti di ristoro nè servizi igienici a prossimità, quindi portati dietro almeno una bottiglia d'acqua perchè d'estate le temperature sono alte. Come indicato all'entrata, fai attenzione a serpenti e ragni velonosi, quindi non mettere mai le mani a terra o tra le roccie. Il biglietto di ingresso si compra in loco. Almeno durante la mia visita (marzo 2018), non c'era nessuno che si occupasse di accompagnare i turisti come guida, quindi abbiamo seguito da soli il percorso all'interno del canyon. Grazie alla sua posizione geografica, Tamgaly può essere utilizzato come tappa intermedia nel percorso che porta da Almaty a Bishkek attraverso il punto di confine di Kordai.

  • La sconfinata steppa kazaka dove si trova Tamgaly

CANYON di CHARYN - ad est di Almaty
Lungo 150 km ed in alcune zone profondo anche 300 metri, è costituito da cinque differenti canyon tra cui quello più conosciuto è la valle dei castelli. Per oltre dodici milioni di anni, il vento, la pioggia e la sabbia hanno scolpito l'arenaria rossa di Charyn creando le meravigliose formazioni rocciose del canyon che sono all'origine di svariate leggende su streghe e spiriti maligni che abiterebbero il sito. Gli strati di roccia multicolore sono invece dovute alla stratificazione dei differenti tipi di rocce depositate dai fiumi che un tempo scorrevano attraverso il canyon. Insieme al parco Altyn Emel e ai laghi di Kolsai, di cui parlerò in un altro post, Sharyn forma il cosidetto triangolo d'oro, ossia tre delle principali attrazioni turistiche del Kazakistan.
Distanza da Almaty:220 km, circa quattro ore di macchina per raggiungerlo
Durata della visitaDue/tre ore circa se intendi camminare solo all'interno della Valle dei Castelli oppure almeno due giorni se vuoi attraversare in 4x4 tutto il canyon
Informazioni utiliAl sito si accede oltrepassando una sbarra che si trova accanto ad un casottino dove si acquista il biglietto di ingresso (727 KZT, circa 1,9 €), che autorizza a passeggiare all'interno della Valle dei Castelli. Si dovranno pagare sovrattasse per attraversare il canyon in 4x4 o per trascorrerci la notte in tenda. Attenzione ai punti panoramici: non ci sono barriere e c'è il rischio concreto di scivolare e di cadere. Charyn si trova in una zona montagnosa e come a Tamgaly non ci sono punti di ristoro o servizi igienici. Da maggio ad ottobre è possibile utilizzare il canyon di Charyn come base per raggiungere Karakol in Kirghizistan attraverso la frontiera di Karkara, aperta solo durante il periodo di assenza della neve

  • Nei pressi del canyon di Charyn