Portogallo

Portogallo: i miei itinerari on the road tra Lisbona, Porto e Madeira

Il Portogallo è uno dei miei paesi preferiti, ci sono stato tre volte per altrettanti road trip. Le ragioni di questo amore per il paese lusitano sono da ricercare nel clima sempre soleggiato, nel cibo squisito al palato, nell’autenticità delle sue città, nella cordialità delle persone e nelle cifre modiche che vi si spendono per soggiornarci.

Seppur il Portogallo sia un paese di piccole dimensioni, facilmente percorribile con un auto a noleggio, ho sempre preferito concentrarmi su zone ben precise per scoprirle al meglio ed evitare spostamenti troppo lunghi, anche perchè i miei soggiorni sono sempre stati di corta durata (massimo una settimana).

ITINERARIO Nº1 (PORTO): durata di 5 giorni/4 notti ed incentrato sul nord del paese con una puntata in Galizia per andare a trovare un caro amico. Premesso che in questo itinerario ho consacrato un giorno e mezzo alla splendida Porto (con un pomeriggio trascorso a Matosinhos, la spiaggia più vicina) ed un giorno alla mistica Santiago de Compostela, il tempo a disposizione nel tragitto tra queste due città l’ho impiegato fermandomi a:

  • Viana do Castelo: importante porto di pesca, la cittadina si trova sulla strada che da Porto porta nel nord della Spagna. Le strette viuzze del centro sono delimitate da edifici che presentano porte e finestre variopinte o muri ricoperti di piastrelle di tipo azulejo. I principali luoghi di interesse sono la Praça de la Republica, situata nel centro cittadino, e la Chiesa di Santa Luzia, ubicata su una collina a circa 5 km dal centro da cui si hanno bellissime viste panoramiche
  • Sanxenxo: una delle stazioni balneari più popolari in Galizia con ampie spiagge di sabbia

MEZZO DI TRASPORTO: auto a noleggio per due giorni, il tempo necessario per recarmi in Spagna e rientrare a Porto. A Porto mi sono spostato con i mezzi pubblici (tram e autobus) che ho anche utilizzato per recarmi a Matosinhos

ALLOGGIO: Porto ad eccezione di una notte trascorsa a Santiago de Compostela

Se non avessi incluso la Spagna nel mio itinerario, avrei sicuramente esplorato una tra Braga o Guimaraes (entrambe città storiche) e la Valle del Douro (la culla del vino portoghese) oppure raggiungere la città universitaria di Coimbra.

ITINERARIO Nº2 (LISBONA): durata di 5 giorni/4 notti ed incentrato sul centro del paese. Questo itinerario mi è rimasto nel cuore e se Porto mi è piaciuta più di Lisbona, devo dire che le cittadine nei dintorni della capitale mi hanno affascinato molto di più rispetto a quelle visitate nei pressi di Porto.

Tra le bellezze naturali, meritano una menzione speciale:

  • Cabo da Roca: promontorio a picco sull’Oceano Atlantico e punto più occidentale dell’Europa continentale, da cui si hanno viste mozzafiato sulle formazioni rocciose sottostanti
  • Le lunghe spiagge oceaniche di Nazare ed Ericeira, paradiso per i surfisti di tutto il mondo. Nazare è recentemente salita alla ribalta delle cronache internazionali per l’onda più alta (stimata a 35 metri) che sia mai stata cavalcata da un surfista.

Per chi vuole vedere il Portogallo più autentico, consiglio una visita a:

  • Obidos: delizioso borgo situato su una collina sovrastata da un castello e cinta da mura fortificate. La strada principale è tutto un susseguirsi di casette bianche dai bordi blu e gialli da cui spuntano fiori colorati, alberi di arancio e limoni che conferiscono al borgo un aspetto variopinto e moltoo caratteristico
  • Evora: pittoresca cittadina ubicata nella regione agricola dell’Alentejo, molto simile ad Obidos (il castello è sostituito da una chiesa medievale) ma con stili architettonici molto più vari, che le sono valsi l’iscrizione al patrimonio mondiale dell’Unesco. I principali luoghi di interesse sono la centrale Praça do Giraldo e l’iconico tempio romano.

Sintra è bellissima ma essendo uno delle attrazioni più conosciute di tutto il Portogallo si rischia di essere circondati da orde di turisti. Cascais mi ha invece deluso per il suo carattere prettamente turistico; mi è sembrata infatti fatta apposta per il turismo anglosassone.

MEZZO DI TRASPORTO: auto a noleggio per tre giorni in cui sono uscito da Lisbona. Nel giorno dedicato alla capitale mi sono spostato con i mezzi pubblici (tram e metro)

ALLOGGIO: Lisbona per l’intero soggiorno

ITINERARIO Nº3 (MADEIRA): durata 8 notti/7 giorni che mi hanno permesso di fare il periplo dell’isola.

Di origine vulcanica, Madeira si caratterizza per:

  • una costa rocciosa e frastagliata, i cui esponenti più spettacolari sono Ponta de Sao Lourenço, una riserva naturale con suggestive formazioni rocciose e Cabo Girao che con i suoi  580 metri è la scogliera a picco più alta d’Europa,
  • una vegetazione molto rigogliosa che le è valsa il soprannome di isola dei fiori.

Seppur di dimensioni ridotte, l’isola si addice non solo ad un turismo di tipo balneare, ma anche ad una vacanza più attiva grazie alla presenza di numerosi sentieri immersi nella natura, tra cui il più rinomato è quello che porta al Pico Ruivo, la montagna più alta (1860 metri) di Madeira. Tutto ciò senza dimenticare Funchal, il capoluogo e centro culturale dell’isola, dove spiccano il Museo Quinta des Cruzes (la casa natale di João Gonçalves Zarco, lo scopritore dell’isola), il Museo di Arte Sacra (con una collezione importante di dipinti fiamminghi), il Giardino Botanico e per gli amanti di calcio, il museo dedicato a Cristiano Ronaldo, il figliol prodigo di Madeira.

Per quanto riguarda le spiagge, la maggior parte sono di ghiaia o rocciose mentre quelle di sabbia (come Machico o Calheta) sono opera dell’uomo e poco diffuse. Da non perdere una visita alle piscine naturali di Porto Moniz dove formazioni rocciose permettono di fare il bagno in acque più calme e calde rispetto agli standard locali. Per un tuffo indietro nella storia, consiglio di visitare le variopinte casette triangolari con tetto di paglia di Santana, risalenti al XV secolo.

A me Madeira è piaciuta molto per il suo charme tranquillo ed austero, per la mancanza di folle chiassose e per i paesaggi lussureggianti.

MEZZO DI TRASPORTO: auto a noleggio per tutta la durata del soggiorno

ALLOGGIO: Canico per l’intero soggiorno

Leave a Comment