Tanzania

Tanzania continentale e Zanzibar fai da te: consigli di viaggio

TANZANIA - Consigli di viaggio
Visto turisticoSi compra all’arrivo al costo di USD 50 (da pagare in contanti) ed ha una validità di 90 giorni. Il passaporto deve avere una validità residua di 6 mesi al momento dell’ingresso nel paese
Periodo in cui visitareTutto l'anno ad eccezione della stagione delle piogge (marzo-maggio)
SaluteCirca un mese e mezzo prima della partenza bisogna prendere appuntamento con il proprio medico curante per una consultazione sui richiami ed i vaccini da fare a seconda dell'itinerario previsto. Le vaccinazioni maggiormente raccomandate sono contro: febbre gialle, epatite A e B, tetano, tifo
Il vaccino per la febbre gialla è obbligatorio solo nel caso in cui, nell’anno precedente la vacanza in Tanzania, si abbia soggiornato in paesi dell’Africa o America Latina in cui la malattia è endemica. È comunque consigliabile farlo perchè il certificato di avvenuta vaccinazione potrebbe essere richiesto alla dogana all’arrivo in Tanzania continentale o a Zanzibar (solamente per via marittima)
La profilassi malarica è consigliata in Tanzania continentale, soprattutto in caso di safari
SicurezzaA dispetto del suo rapido sviluppo, Dar es Salaam resta una metropoli abbastanza sicura per gli standard africani. Vanno comunque prese precauzioni di senso comune come: evitare di passeggiare con borse a tracolla, lasciare gli oggetti di valore nella cassaforte dell’hotel, non avventurarsi in zone scarsamente illuminate
I procacciatori di affari sono comuni ma non insistenti come in altre parti del mondo. I beach boys (così come sono chiamati a Zanzibar) sono addirittura parte integrante del soggiorno sino a diventare delle vere e proprie attrazioni turistiche per la maggior parte dei visitatori
ValutaScellino tanzaniano (TZS). 1 EUR ≅ 2630 TZS. Per tassi di cambio attuali, clicca qui. Tutti i prezzi dei servizi legati al turismo (hotel, ristoranti, taxi) sono in dollari. Attenzione: si accettano solo banconote USD delle serie 2009 o posteriori
Il cambio dollaro-scellino è più vantaggioso rispetto a quello euro-scellino: da notare inoltre che se si cambiano banconote di grosso taglio (USD 50 e USD 100) si riceve un cambio più favorevole rispetto a quelle di piccolo taglio
La maggior parte delle transazioni avvengono in contanti, eccetto negli hotel più grandi dove è possibile pagare con il bancomat
BancomatPresenti solo nei maggiori centri abitati e di solito sorvegliati da militari armati
LinguaKiswahili. Inglese ampiamente diffuso
ItinerarioClicca qui
Aeroporti principaliDar Es Salaam, Arusha, Kilimanjaro e Zanzibar. La rete di voli interni, operati dalla compagnia Precision Air, è piuttosto sviluppata. La scelta dell’aeroporto d’arrivo è importante per la determinare il proseguio del viaggio: ad esempio quale circuito safari (nord o sud) prediligere, come spostarsi all'interno del paese etc...
Come spostarsi a Dar Es SalaamIl servizio taxi dall'aeroporto al centro cittadino o viceversa costa dai 20 ai 35 USD a seconda del senso di percorrenza e dell'orario diurno/notturno. Per le vie del centro (identificabile con il quartiere di Kivukoni, quello in cui si trova il porto tanto per intenderci) ci si può spostare a piedi
Come raggiungere Zanzibar da Dar Es SalaamIn aereo o in traghetto. Per quest'ultimo - in caso di prenotazione anticipata sul sito di Azam Marine - bisogna poi recarsi ad uno degli uffici della compagnia qualche giorno prima della partenza per scambiare il voucher con il biglietto ed effettuare il pagamento
Come spostarsi a ZanzibarUn taxi privato per spostamenti interurbani costa sui USD 30-40. Gli abitanti del posto utilizzano principalmente i dalla-dalla, minibus condivisi dal costo irrisorio rispetto al taxi, ma affollati, dal comfort spartano e con tempi di percorrenza decisamente più lunghi
Cosa vedere a ZanzibarClicca qui
Cosa mangiare in TanzaniaSedersi al ristorante ed ordinare a la carte non fa parte delle abitudini quotidiane dei tanzaniani che invece preferiscono acquistare e consumare cibo per strada. Sin dalle prime ore del mattino è comune incontrare per strada donne munite di termos e bicchieri di plastica che vendono speziato al cardamone, uji (un porridge leggero a base di farine di mais, miglio o sorgo) e dolci fritti cosparsi di zucchero simili ai nostri bomboloni.
Altri ambulanti sono invece specializzati sulle uove bollite, spesso già sbucciate e ricoperte di sale, che costituiscono una delle pietanze preferite per la colazione
Per pranzo o cena gli street food più diffusi sono: pesce fritto, stufati di carne accompagnati da riso o fagioli, spiedini di carne e samosa (triangoli di pasta di farina fritta farciti con patate, carne, piselli e conditi con spezie locali). Immancabili sono gli spuntini a base di frutta fresca o di granturco bollito
I prezzi dei cibi acquistati per strada sono di gran lunga inferiori rispetto a quelli che si possono trovare nei ristoranti, ma bisogna fare attenzione ai rischi di disturbi gastro-intestinali connessi al loro consumo
Suggerimenti variÈ prassi comune lasciare mance a tutte le persone (guida, autista, timoniere etc…) coinvolte nelle escursioni o safari a cui si partecipaÈ opportuno contrattare il prezzo di qualsiasi servizio (taxi, escursioni etc..) che si compra in loco

Leave a Comment