Sudafrica

Cosa vedere a Città del Capo e dintorni con auto a noleggio

Quando si ha come punto di partenza Città del Capo, le guide turistiche suggeriscono di percorrere la Garden Route, la celebre strada panoramica che si snoda per 200 km da Mossel Bay a Storms River. Quando però si guardano le distanze, ci si rende conto che Città del Capo si trova a 386 km da Mossel Bay, il punto di partenza della Garden Route. 586 km di sola andata sono di per sè tanti e ciò senza prendere in considerazione il ritorno a Città del Capo, supponendo che riparti da qui.

Seppur le infrastrutture stradali siano in buone condizioni, un itinerario Città del Capo-Mossel Bay-Storms River significherebbe trascorrere troppo tempo per strada – almeno per un road trip di 10 giorni – e magari fare tutto di corsa trascurando Città del Capo e le magnifiche zone limitrofe. Per questa ragione, consiglio di focalizzarsi sull’area circostante Città del Capo.

Microcosmo di origini e religioni, Città del Capo ha un ricco patrimonio culturale e storico che merita di essere scoperto e capito attraverso la visita ad alcuni interessanti musei, come ad esempio il Museo Ebreo o quello di Bo-Kaap.

Città del Capo e tutto il Sudafrica hanno inoltre vissuto eventi drammatici come l’apartheid. Una visita alla prigione di Robben Island, dove Mandela è stato incarcerato per 18 anni, o al museo District Six ti aiuteranno a capire le problematiche con cui il Sudafrica ha dovuto combattere e con cui è tuttora alle prese.

CONSIGLIO: siccome le visite guidate di Robben Island sono molto popolari tra i turisti, compra i biglietti in anticipo qui.

  • Città del Capo vista da Table Mountain

Spostandosi di quartiere in quartiere, ci si rende immediatamente conto delle grandi diseguaglianze e contraddizioni di Città del Capo.

Da un lato lussuose ville in compound recintati e sorvegliati da guardie armate in aree a forte concentrazione di popolazione bianca come Camps Bay, dall’altro, a solo 20 km di distanza, le township (Langa, Khayelitsha, Nyanga, Gugulethu) in cui vive la maggior parte della popolazione di colore senza accesso all’acqua potabile o ai servizi igienici basilari.

La zona circostante Città del Capo è inoltre disseminata di siti naturali mozzafiato come ad esempio Table Mountain con le sue magnifiche viste panoramiche, i giardini botanici di Kirstenbosch con la loro passerella in mezzo alle chiome degli alberi, il Capo di Buona Speranza (il punto più meridionale dell’Africa) o Hermanus, dove si avverte tutta la forza dell’oceano. Foche, iraci del Capo e pinguini saranno i tuoi compagni di viaggi in questo periplo a sud di Città del Capo.

Andando nell’entroterra si può ammirare un’altra faccia di Città del Capo: colline ondulate e vigneti disposti con cura su un terreno color ruggine. Stellenbosch, la capitale della regione vinicola, può essere utilizzata come ultima tappa prima di riconsegnare l’auto a noleggio all’aeroporto.

Nonostante in fase di pianificazione dell’itinerario temessi di non riuscire a vedere abbastanza a causa della restrizione di distanza impostami dalla società di noleggio, posso adesso dire che i luoghi di interesse situati in un raggio di 100 km da Città del Capo sono a mio avviso più che sufficienti per un road trip di 10 giorni.

Leave a Comment

Comments (3)

    1. Ciao Stefania! Almeno una giornata intera va dedicata al centro di Citta’ del Capo e magari visiti anche un museo (District Six, Museo Ebreo, Museo di Bo Kaap etc..) in base ai tuoi interessi. Un altro giorno ci vuole per Table Mountain (che potrai raggiungere a piedi se ti piace fare trekking oppure con la funicolare) e la costa (Camps Bay, Clifton) nei pressi di Citta’ del Capo. Io aggiungerei almeno un altro giorno per un’escursione a Robben Island, molto suggestiva anche per approfondire la questione dell’apartheid. Vicino a Citta’ del Capo ti consiglio i magnifici giardini botanici di Kirstenbosch e i vigneti di Costantia. Fammi sapere se hai bisogno di altro. Ciao!