Israele

Itinerario di dieci giorni in Israele: cosa vedere e come spostarsi

Durante la pianificazione di questo itinerario, mi sono posto le seguenti domande:

– MEGLIO PRENDERE UN AUTO A NOLEGGIO OPPURE UTILIZZARE I MEZZI (AUTOBUS, TRENO, SHERUT)?

Grazie alle dimensioni ridotte del paese, ci si può tranquillamente spostare con l’autobus. La compagnia Egged collega le principale città del paese con un servizio regolare, economico e puntuale. Il treno può rappresentare una valida alternativa, soprattutto in caso di spostamenti lungo la costa, da Tel Aviv ad Haifa o Akko ad esempio. L’auto a noleggio dà maggiore libertà per visitare zone come la Galilea, le alture del Golan o il deserto del Negev difficilmente raggiungibili con l’autobus.

– MEGLIO UTILIZZARE TEL AVIV O GERUSALEMME COME PUNTO DI PARTENZA DEL VIAGGIO?

Entrambe le città possono servire a questo scopo, specialmente se hai intenzione di focalizzarti su aree ben precise. Ad esempio, un soggiorno più lungo a Tel Aviv ti permetterà di organizzare escursioni lungo la costa (Caesarea, Akko, Haifa). Gerusalemme è invece ideale come base per escursioni sul Mar Morto, Cisgiordania (Jericho, Betlemme, Ramallah) e il deserto del Negev.

INCLUDERE O MENO LA GIORDANIA NELL’ITINERARIO. SE SÌ, QUAL’È IL MODO MIGLIORE PER VISITARLA? 

Penso che sia un’ottima idea. La Giordania è un paese che abbina città antichissime (Jerash, Amman, Petra, Umm Qais) a grandi spazi, come Wadi Rum o il deserto. Nonostante di solito eviti i viaggi organizzati, penso che in questo caso rappresentino una valida alternativa se il tempo a disposizione è limitato. Consiglio Abraham Tours, il tour operator che ho utilizzato per il soggiorno di due giorni in Giordania.

– MEGLIO PRIVILEGIARE UN SOGGIORNO IN RIVA AL MAR ROSSO O AL MAR MORTO?

Consiglio il Mar Morto per via di alcune caratteristiche uniche, come l’elevata salinità delle sue acque o la sua posizione nel punto più basso della terra. È possibile tuttavia includerli entrambi nell’itinerario poichè gli autobus Egged arrivano ad Eilat passando per il Mar Morto (Ein Gedi e Ein Bokek) e viceversa.

 

ITINERARIO
Periodo di visita:
marzo 2017
Numero di partecipanti: 2
GIORNO
PROGRAMMA
MEZZO
PERNOTTAMENTO
1
Arrivo a Tel Aviv nel tardo pomeriggio
Taxi
Tel Aviv
(hotel)
2
Jaffa, Tel Aviv
Bicicletta a noleggio
Tel Aviv
3
Haifa, Tel Aviv
Treno
Tel Aviv
4
Gerusalemme
Autobus Egged
Gerusalemme
(hotel)
5
Gerusalemme
Tram
Gerusalemme
6
Punto di confine Sheikh Hussein, Jerash (Giordania), Amman
Minibus (viaggio organizzato)
Petra, Giordania
(campo tendato)
7
Petra, punto di confine Ponte Allenby
Minibus (viaggio organizzato)
Gerusalemme
(hotel)
8
Ein Bokek
Autobus Egged
Ein Bokek
(hotel)
9
Ein Bokek
A piedi
Ein Bokek
10
Ein Bokek, aeroporto Tel Aviv. Partenza nel tardo pomeriggio
Navetta privata per l'aeroporto
VOLIPraga-Tel Aviv (UP)
COSTO DEI PERNOTTAMENTI€ 93 di media a notte per una doppia con colazione

IL PERCHÈ DI QUESTO ITINERARIO: percepire l’energia della vivace e cosmopolita Tel Aviv con il suo lungomare pieno di vita, ammirare i maestosi giardini di Baha’i con panorami mozzafiato sul porto di Haifa, immergersi nelle varie religioni di Gerusalemme per scoprirne riti, credenze ed architetture, galleggiare sulle acque ricche di minerali del Mar Morto, viaggiare indietro nel tempo passeggiando tra le rovine romane di Jerash e Amman o tra le tombe intagliate sulla roccia di Petra.

Leave a Comment

Comments (1)