Cuba

Vinales, la Cuba più autentica

Dopo aver trascorso due giorni all’Avana, è finalmente giunto il momento di cominciare il nostro road trip con l’auto a noleggio.

La prima meta è Vinales, situata nella valle che porta il medesimo nome (patrimonio UNESCO) a circa 180 km dall’Avana. Il tragitto sull’autostrada Habana-Pinar de Rio è piacevole perchè la strada è quasi deserta e siamo finalmente fuori dal trambusto dell’Avana, ma al contempo stressante perchè ci confrontiamo per la prima volta con tutte le insidie della guida a Cuba.

Tre ore dopo, arriviamo finalmente a Vinales. Parcheggio la macchina lungo la strada principale e telefono a Lele, il proprietario della casa particular prenotata per due notti. La scena seguente è una di quelle che rimangono impresse: un uomo di mezz’età, calvo e grassottello, che viene verso di noi con una bicicletta da bambino e agitando un pezzo di carta con il mio nome. Questo è Lele, che personaggio! Dopo un forte acquazzone di corta durata (fenomeno tipico dell’autunno cubano), partiamo alla scoperta di Vinales.

  • La nostra casa particular a Vinales è quella rosa, la seconda sulla sinistra

Circondati dai giganteschi mogotes (colline monolitiche di pietra calcarea), ci rendiamo immediatamente conto dell’autenticità del luogo osservando gli abitanti del posto mentre si recano in panetteria, si riposano in veranda o giocano a baseball. Nonostante i numerosi turisti nessun procacciatore d’affari in vista, quindi possiamo finalmente camminare in santa pace senza esser disturbati ogni 5 minuti come ci è successo all’Avana. Addirittura, stavolta sono io che mi guardo intorno alla ricerca di un barbiere, che finalmente trovo per un taglio in stile cubano!

L’escursione a cavallo per la campagna circostante è l’attivita turistica principale di Vinales e di solito costa dai 3 ai 5 CUC a testa. L’indomani, sotto un sole cocente, cavalchiamo attraverso la campagna di Vinales caratterizzata da una terra color ruggine e da una vegetazione tropicale rigogliosa. Agricoltori locali ci fanno vedere come vengono fatti i sigari e come viene lavorato il caffè.

Durante la sosta alla piantagione di caffè, mi metto a parlare con un anziano contadino, di passaggio per far pascolare i suoi buoi. Ho come l’impressione di far un viaggio indietro nel tempo, una sensazione frequente durante il viaggio a Cuba.

Di ritorno in paese, intravediamo un carretto che trasporta un maiale intero arrostitoPeccato che avessimo appena pranzato e già ordinato la cena alla casa particular, altrimenti ne avremmo acquistato un pezzo proprio come stavano facendo gli abitanti del posto!

Delusi e con l’acquolina alla bocca, ci dirigiamo verso l’Hotel La Ermita, da cui si hanno bellissimi panorami su Vinales e la valle circostante. È già ora di rincasare per la cena. Un po’ di riposo prima di un’altra giornata da trascorrere nei dintorni di Vinales.

Leave a Comment