Cuba

Un giorno nei dintorni di Vinales: Cueva de los Indios, Murales della Preistoria, cascate di Soroa

Dopo un’intensa giornata a Vinales, contraddistinta da un’escursione a cavallo e da un’abbondante cena alla casa particular, continuiamo il nostro road trip in direzione dell’Avana, dove abbiamo previsto di fermarci per una notte prima di rimetterci in strada per Cienfuegos.

In fase di pianificazione dell’itinerario, sono stato a lungo indeciso se e dove fermarmi nel tragitto da Vinales a Cienfuegos (circa 6 ore). La scelta è caduta sull’Avana che si trova a metà strada tra le due località. La decisione si è però rivelata sbagliata per via di tutti i contrattempi che abbiamo poi affrontato per uscire dall’Avana senza GPS ed une segnaletica appropriata.

Di conseguenza, consiglio di non entrare all’Avana con l’auto a noleggio. Se potessi tornare indietro, sceglierei Las Terrazas come luogo di pernottamento tra Vinales e Cienfuegos.

Siamo dispiaciuti di lasciare la placida e rilassata vita di campagna per ripartire alla volta della frenetica Avana, ma disponiamo comunque di una giornata intera per goderci i dintorni di Vinales.

La prima tappa della giornata è la Cueva de los Indios. Ubicata a 6 km da Vinales, questo grotta, originariamente abitata da tribù autoctone, è stata riscoperta nel 1920 e si può adesso visitare con un giro in barca sul fiume che l’attraversa.

In circa 15 minuti terminiamo la visita guidata e ci dirigiamo al Murales della Preistoria. Questo murales variopinto, illustrato sull’immagine di copertina, ricopre un’intera pareta rocciosa e rappresenta la teoria dell’evoluzione, simboleggiata dal passaggio dalle chiocciole alla creature marine e dai dinosauri all’uomo. Grazie alle dimensioni e ai colori sgargianti, il murales si staglia in mezzo alle vegetazione circostante.

  • All'interno della Cueva de los Indios contraddistinta da formazioni rocciose che ricordano forme animali

Un altro luogo di interesse a circa 5 chilometri dal murales è l’insediamento dei Los Aquaticos, una piccola comunità che crede nei poteri curativi dell’acqua. Dopo aver contemplato il murales e i mogotes cicorstanti, cominciamo il tragitto verso le cascate di Soroa, dove abbiamo previsto di arrivare per l’ora di pranzo.

Soprannominata l’arcobaleno di Cuba, Soroa si trova a 95 km ad ovest dell’Avana e si contraddistingue per una vegetazione rigogliosa grazie alle forti precipitazioni pluviose della zona. Alle cascate si accede tramite il parcheggio dell’Hotel&Villas di Soroa o attraverso un sentiero all’interno del bosco.

Siamo fortunati perchè in quel periodo le cascate hanno una portata d’acqua importante e pochi turisti sono sul posto, quindi possiamo nuotare quasi in completa solitudine nelle piscine naturali sottostanti.

Dobbiamo a malincuore lasciare questo luogo idillico per rimetterci in strada alla volta della nostra casa particular dell’Avana, dove abbiamo intenzione di arrivare prima del tramonto per evitare di guidare con il buio.

Consiglio a tutti di visitare Vinales e i suoi dintorni, secondo me la regione più bella ed autentica tra quelle che ho visto durante il soggiorno a Cuba.

 

Leave a Comment